Alessandro Bertozzi - Il suono blu

Alessandro Bertozzi

Il suono blu

carta bagnata e acquarello su tavola - cm 310x92

Abituato a lavorare con i video, di cui cura tutti gli aspetti tecnici, dalle riprese al montaggio, Bertozzi è stato stimolato dal tema della mostra ad indagare gli effetti visivi del suono attraverso la sperimentazione di una diversa tecnica artistica, al fine di cogliere più a fondo il senso della trasposizione sinestetica della percezione uditiva. La sua personale ricerca si è tradotta in un’opera su tavola, dalle grandi dimensioni, in cui tutto il campo pittorico è occupato da un elemento naturale: l’acqua. Un vortice centrale, che sembra generato da un oggetto scagliato con forza e di cui è possibile quasi percepire l’impatto, origina flutti che attraversano l’intero supporto in modo irregolare e addirittura fantasioso. La volontà di non riprodurre un realistico moto concentrico, che avrebbe immediatamente richiamato la propagazione fisica dell’onda sonora, permette in tal modo all’immagine di generare un’armonia intrinseca, evocando alternativamente il suono delle onde che si infrangono o il silenzio ovattato delle profondità apparentemente immobili. Al suono intimo, frutto della propria sensibilità, l’artista associa solo un colore: un’unica, prolungata nota dominante blu.