Ercole Coruzzi - SO1

Ercole Coruzzi

SO1

grafica digitale su forex - cm 100x28

L’opera di Coruzzi rappresenta graficamente una sequenza di segni vettorializzati. La sua struttura, su tre livelli, è organizzata come una vera e propria partitura, attraverso una scansione regolare di figurazioni geometriche equivalente a quella delle battute musicali. All’interno dei livelli, tali elementi, ripetuti sempre uguali a se stessi ma in differenti spazi, restituiscono il concetto matematico che soggiace all’arte del comporre. Anche il cromatismo risponde allo stesso criterio che riconduce, nell’insieme, al concetto tipicamente novecentesco della serialità, intesa come tecnica compositiva che regola non solo le altezze dei suoni ma anche tutti gli altri aspetti, quali ritmo, timbro, ecc... L’utilizzo di elementi geometrici e lineari può essere riconducibile sia alla corrente minimalista, sia al metodo di quei compositori che, a partire dagli anni Settanta, curavano l’aspetto estetico della partitura, conferendole, dunque, anche nella forma, la valenza di opera d’arte. La sperimentazione di Coruzzi si concretizza in un codice seriale in cui lo spettro visivo, decodificato, può diventare sonoro: la sua lettura, dunque, acquista sia una valenza universale, in quanto matematica, sia personale, in quanto il metodo di interpretazione può essere relativizzato.