Allestimenti

a cura di Marello Deroma

Lo spazio dell’allestimento prende forma attorno a singoli elementi: non sono pareti a creare l’ambito del movimento ma fulcri d’interesse. Lo spazio si condensa in prossimità dei nodi espositivi e si dilata nella loro distanza.

Il movimento si fa libero e segue direzioni generate dall’intensità della singola, personale percezione sensoriale non subordinata a volontà e costrizioni fisiche esterne. Le opere vengono presentate in uno spazio svincolato da percorsi, l’unica guida sono i sensi e l’interesse che le opere suscitano in noi.